Come si risolve il bruxismo nei bambini
Perché i denti cambiano colore
11 marzo 2019
Cosa mangiare quando si ha l’apparecchio?
8 aprile 2019

Come si risolve il bruxismo nei bambini

Il bruxismo infantile è un disturbo piuttosto comune che rientra nell’ambito degli “automatismi motori”.
Si riscontra in media nel 20% dei bambini sotto i 12 anni e spesso non viene diagnosticato in tempo dal pediatra e nemmeno notato dai genitori.
Solitamente questo disturbo tende a risolversi spontaneamente con il passare degli anni, soprattutto quando i genitori riescono a creare intorno al bambino un clima di serenità, tant’è che è molto più raro in età adulta.

Il bruxismo può essere di tue tipi:

  • rumoroso
  • silenzioso

L’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (Aiop), ha pubblicato recentemente una guida per conoscere il problema ed in questo documento si da parecchio risalto alle sue cause psicologiche.
Molto spesso, infatti, il fenomeno è collegato a fonti di stress che provengono dall’ambiente familiare e dai ritmi frenetici della vita di oggi, più raramente dipende da fattori fisiologici come la malaocclusione dei denti, ovvero quando le due arcate dentarie non combaciano correttamente.

Nei casi più seri, per tenerlo a bada, è consigliabile valutare una terapia cognitivo-comportamentale per aiutare il bambino a controllare la muscolatura masticatoria, mantenendola in posizione di riposo durante il giorno.
Trattandosi di un disturbo che coinvolge il cavo orale, ovviamente, l’ultima parola spetta sempre al dentista.
Se si digrignano i denti mentre si dorme, infatti, potrebbe essere necessario indossare una protezione (bite), in modo da assorbire parte della pressione esercitata dalla mascella e interporre una barriera fisica tra le due arcate dei denti; il bite consente anche di proteggere i denti da ulteriori danni causati dal bruxismo, nonché di evitare il fastidioso rumore notturno.
I bite usati a questo scopo assomigliano a quelli utilizzati nello sport (per esempio nella boxe), sono perlopiù realizzati in materiale plastico e sono disponibili sia in farmacia sia realizzati su misura dal dentista.

Si tratta di dispositivi molto efficaci per controllare il disturbo, ma purtroppo non sono in grado di eliminarlo del tutto.

In conclusione, oggi non esistono trattamenti mirati e specifici per risolvere il problema definitivamente ma, in base alle cause scatenanti, è possibile trovare rimedio ai sintomi per ridurre, attraverso i consigli del dentista, il rischio di complicazioni e danni permanenti.